Società Agricola La Castagnola

Cassano Spinola

Stefano, cantore di un’agricoltura antica.
    Aggiunto il 16/03/2018 | fonte giulianacassizzi.wordpress.com

Memore della storia della sua famiglia e nel pieno rispetto di quanto passato dai suoi antenati fra guerre e carestie, Stefano decide di dare nuova vita alle antiche mura e al territorio che le circonda. Inizia ad informarsi dagli anziani locali per conoscere le antiche tecniche di allevamento, le rese ed i segreti della preparazione delle carni che si sa, i nostri nonni ed ancor più indietro nel tempo, mangiavano poche volte all’anno e cucinavano senza nulla sprecare. “Si inventa”, mi racconta “di produrre carni come si faceva prima della guerra, prima del grande boom economico, quando il bestiame si allevava solo per la sussistenza”. Allestisce quindi un piccolo allevamento a misura d’uomo e di animale, con pochi capi al pascolo, senza usare antibiotici. Allevando una cinquantina di mucche, qualche maiale, una cinquantina di polli e qualche capra in maniera naturale, in condizione semi brada, Stefano cura con passione il benessere degli animali e, anche la qualità delle carni, ovviamente ne beneficia.

continua

Siamo noi - L'albero del bene comune: Stefano Piccardo, Azienda Agricola La Castagnola
    Aggiunto il 14/02/2018

All'Albero del Bene Comune vi presentiamo Stefano Piccardo, un allevatore che ha deciso di recuperare una antica razza di mucche e allevarla proprio come facevano i suoi nonni

“Sono diventato l’archeologo delle mucche”
    Aggiunto il 14/02/2018 | fonte www.lastampa.it

«Volevo sapere cosa si mangiava lì, in quelle colline, in passato, come curavano e preparavano la carne i nonni dei miei nonni». Così ha intervistato gli anziani del borgo ed è finito negli anni Trenta quando il bestiame si allevava solo per sussistenza: «Prima della seconda guerra mondiale non esisteva l’industria della carne, e c’erano specie di vacche diverse: poi ci sono stati 70 anni di selezione genetica». Che Stefano ha provato ad annullare, recuperando proprio le mucche dismesse dall’industria. Dice che oggi non avrebbero più mercato, che alla grande distribuzione non interesserebbero. Ma a lui sì. Sono due le razze, autoctone: «La Tortonese, che è molto selvaggia, difficile, minuta, sembra un cerbiatto, e poi la Pezzata Rossa d’Oropa: ce ne sono pochissime e sono molto piccole».

continua

Siamo noi - Cassano Spinola, Azienda Agricola La Castagnola
    Aggiunto il 14/02/2018

Siamo venuti a La Castagnola dove abbiamo incontrato il signor Benedetto, papà di Stefano, che ci ha mostrato le loro mucche raccontandocene caratteristiche e abitudini.

I contenuti sono stati prodotti o segnalati da chi conosce bene questa azienda; li abbiamo condivisi sulla nostra pagina Facebook e raccolti qui, con una breve descrizione che rimanda alla fonte per valorizzare il lavoro di tutti. Partecipa anche tu.